Close

17 dicembre 2013

Come fare una bella presentazione con Powerpoint: la lezione di Kapterev

Alex Kapterev è un consulente che si occupa soprattutto di presentazioni e public speaking, diventato famoso in seguito alla pubblicazione di Death by Powerpoint, un tormentone che ha fatto nascere su SlideShare una discreta quantità di cloni e imitazioni. Insomma Death by PowerPoint è diventata una parola chiave, un classico che va assolutamente citato quando si parla di presentazioni! Visualizzata più di 3 milioni di volte, anche se oggi risulta un po’ datata, rimane sempre affascinante.

In una TED Conference racconta come è cominciata la sua avventura: da una presentazione orribile ad una presentazione virale.

Gustiamoci tutti i preziosi consigli di Kapterev, slide dopo slide, clic dopo clic.

Gli esempi negativi della presentazione ci aprono gli occhi su molti aspetti: molto spesso dimentichiamo che per una presentazione non bisogna preparare un documento ma un supporto visivo ad un discorso, uno sfondo per uno show.

Leggere la slide è una pratica dalla quale tenersi alla larga, ma forse la peggiore è quella di riempire di informazioni una singola slide rendendo impossibile per il pubblico focalizzarsi su un qualsiasi punto e diminuendo sensibilmente l’intensità del messaggio e la possibilità che le persone riescano a ricordarlo. La memoria a breve termine è fondamentalmente la capacità di elaborare e conservare una piccola quantità di informazioni allo stesso tempo.

Ciò a cui prestare attenzione viene riassunto da Kapterev in 4 punti:

  • Significato
  • Struttura
  • Semplicità
  • Provare

Significato

Non bisogna limitarsi a fornire informazioni ma offrire significato – e farlo con passione.

Questo significa trasformare le informazioni in comunicazione.
Durante la realizzazione bisogna avere già bene in mente cosa vogliamo trasmettere alla fine. Facciamo qualche domanda prima di cominciare e organizziamo uno script solo dopo aver risposto.

  • Chi è il mio pubblico?
  • Perché sono qui?
  • Cosa interessa loro?
  • Come posso parlare loro?

Struttura

Possiamo procedere in due modi: mostrare il problema, il modo di procedere e la soluzione; mostrare il problema, la fantastica soluzione e solo alla fine spiegare il procedimento per arrivarci. L’importante è che la storia abbia un inizio, una metà ed una fine e che sia memorabile e convincente. Una struttura semplice e facilmente scalabile: ci accorgeremo di aver fatto centro quando riusciremo a presentare in maniera chiara il discorso in 5, che in 15 o 45 minuti senza che perda la coerenza e la forza del suo significato.

struttura-presentazione

Semplicità

Un punto per slide.

Selezioniamo pochi colori da ripetere in maniera armoniosa oppure in contrasto, ma sempre con gusto. Pochi font (io consiglio di cominciare con due, uno per i titoli ed uno per il corpo del testo). Foto, grandi, ad alta risoluzione. Meno testo, saranno le immagini ad attualizzare le idee presentate. 

Per migliorare il design delle tue slide segui questi 10 consigli: avrai risultati immediati.

Esercizio

La parte più noiosa, lo so. E poi ci si sente anche un po’ buffi a ripetere in solitudine.

Con delle slide contenenti poco testo è più difficile ricordare cosa volevamo dire ma per questo motivo su PowerPoint c’è la Visualizzazione relatore: mentre il pubblico vede la slide a tutto schermo, sul vostro computer potrete invece vedere le note inserite in ogni slide e così non dimenticare nulla. Utilizzando la Visualizzazione relatore non avrete paura di eliminare un po’ di testo dalle vostre slide per lasciare invece posto a creatività ed emozioni.

Scarica l’ebook gratuito per approfondire le tecniche mostrate nell’articolo

Prima di occuparmi di presentazioni con Notemplate, lavoravo in un settore diverso in cui mi capitava spesso di tenere corsi e partecipare ad eventi che richiedevano l’utilizzo delle slide. Ovviamente ero presa dal mio lavoro e non avevo abbastanza tempo per studiare il Presentation Design e perfezionarmi come avrei voluto: sono stati necessari diversi anni per arrivare a una consapevolezza adeguata su cosa si intendesse per efficacia di una slide. Per questo motivo capisco che quando il nostro lavoro non è creare presentazioni, è difficile trovare il tempo necessario per “specializzarsi” anche in questo campo. L’attenzione inevitabilmente deve essere data in maniera prioritaria ai contenuti da produrre e inserire nella slide, al lavoro, ai clienti e a tanto altro!

Per permettere, anche a chi non ha molto tempo, di vedere subito dei cambiamenti nelle proprie presentazioni, ho pensato di evitare di fare un libro di migliaia di pagine piene di testo, ma di condensare in poco più di 130 pagine, ricche di immagini ed esempi, tutto il necessario per cambiare radicalmente il proprio modo di creare una presentazione. Il resto potrai approfondirlo in seguito, tornando nelle varie sezioni e cliccando sulle risorse, ma intanto avrai uno strumento che si legge in poche ore, in grado di metterti subito in condizione di aumentare l’efficacia della tua prossima presentazione.

L’ebook è pensato per accompagnarti in maniera dolce, ma estremamente rapida, a sviluppare un occhio per il design efficace e a capire le esigenze di chi guarda una presentazione: la stessa struttura del manuale ti insegnerà silenziosamente come e quali contenuti mettere in evidenza per rendere le tue idee più fruibili. L’esposizione è semplice e la lettura scorrevole perché l’obiettivo è quello di produrre un cambiamento concreto nel minor tempo possibile.

Ebook presentazioni efficaci

Il primo ebook di 30 pagine è disponibile gratuitamente e contiene le informazioni utili per cambiare il tuo approccio alle slide e per permetterti di progettare in maniera efficace la struttura della presentazione.

Compila il form per ricevere l’ebook gratuito e migliorare rapidamente l’efficacia delle tue presentazioni

Se vuoi acquistare subito l’ebook completo clicca qui
*Non mi piace lo spam, inserendo la tua mail riceverai solo comunicazioni utili su nuovi contenuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

share